Contatta la segreteria

Corso di Diploma in Produzione Musicale

I corsi sono volti al conseguimento dei Diplomi Universitari BTEC Higher National Diploma in Produzione Musicale rilasciati da Pearson (ente britannico attivo in ambito di pubblicazioni didattiche dagli anni ’20, oggi la più grande azienda di libri di testo per l’istruzione al mondo), e alla certificazione “Pro Tools User rilasciata da AVID.

Oltre 400 ore di teoria – Oltre 250 ore di pratica individuale

Trattandosi di percorsi didattici riconosciuti dal Department for Education (ministero dell’istruzione) del Regno Unito, i diplomi BTEC HND consentono l’accesso all’ultimo anno accademico dei percorsi di laurea Bachelor of Arts (BA) e Bachelor of Science (BSc) in molte università di tutto il mondo che offrono corsi in questo ambito e che riconoscono i crediti RQF maturati con il Diploma BTEC come corrispondenti a un biennio di studi (qui un’applicazione online che permette di trovare gli istituti che accettano il diploma BTEC). A partire dal 2017 l’Accademia offre inoltre agli studenti che intendono seguire il cosiddetto “Top Up Year” (anno di studio supplementare necessario per conseguire un Diploma di Laurea rilasciato nel Regno Unito) una speciale convenzione con Coventry University che permette di snellire le procedure di iscrizione e offre vantaggi nell’individuare un alloggio e sconti sulla retta di iscrizione.

La legge n.148 del 2002 prevede, per i detentori di titoli accademici esteri, la possibilità di richiedere il riconoscimento del proprio titolo di studio presso gli Atenei italiani indicando procedure diverse a seconda che il riconoscimento sia destinato a conferire valore legale attraverso il riconoscimento accademico o sia destinato a permettere di ottenere l’accesso ai pubblici concorsi o benefici specifici (riconoscimento finalizzato). Previo l’iter indicato può essere quindi richiesto il riconoscimento da parte di un istituto universitario italiano del titolo di studio britannico HND di 5° livello (o dei crediti facenti parte dello stesso).

Laboratori Guidati Individuali – Esercitazioni Individuali

Il percorso didattico si conclude in due anni accademici con l’obiettivo di formare competenze specifiche per affrontare con successo la professione di Music Producer e prevede lezioni collettive e laboratori guidati individuali di introduzione alle esercitazioni individuali.

Licenza Pro Tools compresa – Sconti su computer Apple

Data la natura professionale del percorso formativo lezioni, laboratori, tutoring e prove d’esame si svolgono in contesti realistici, preparando così gli studenti alle mansioni che dovranno svolgere una volta che intraprendano la professione. I programmi didattici si svolgono infatti per progetti divisi in aree di attività (o di studio), ognuna delle quali fa riferimento a un contesto lavorativo che potrà essere fonte di sostentamento per la carriera professionale dello studente una volta che questo si diplomi.

Per garantire pari opportunità agli iscritti attività pratiche e prove d’esame si svolgono presso gli studi dell’Accademia, agli studenti viene fornita una licenza personale del software Pro Tools (Mac OS e Windows) per l’intera durata del corso.

Corsi Certificati AVID Pro Tools inclusi

Il primo anno di corso è propedeutico e in comune per i corsi di Music Production e Audio Engineering (pur svolgendo attività diverse, infatti, i ruoli di Produttore Musicale e Tecnico Audio attingono alle medesime competenze di base); al termine del primo anno di corso gli studenti avranno conseguito il certificato “Pro Tools User” rilasciato da AVID e potranno scegliere se proseguire nel percorso di Music Production come deciso in un primo momento o, previo colloquio con il Direttore di Dipartimento, di passare all’area di studi di Audio Engineering senza perdere alcun credito formativo.

Al termine del biennio gli studenti avranno conseguito il Diploma Universitario BTEC in Music Production, il certificato Pro Tools User rilasciato da AVID, e sviluppato le competenze necessarie per iniziare a operare come professionista del settore.

Primo Anno

Al termine del primo anno di corso gli studenti conseguono il certificato “Pro Tools Operator – User” rilasciato da AVID.

Lezioni (classi da massimo 13 studenti)

  • Teoria del Suono (Analisi del Suono – Principi di Acustica)
  • Routing Audio (Segnali Audio – Routing & Registrazione)
  • Processing & Mixing (Processori Audio – Tecniche di Mix – Principi di Mastering)
  • Sintesi Sonora & MIDI (Principi di Sintesi Sonora – Linguaggio MIDI – Registrazione e editing MIDI)
  • Live Sound (Allestimento e Cablaggio Palchi – Dimensionamento Impianti Audio – Souncheck)
  • Recording (Microfoni – Tecniche di Ripresa Microfonica e di Registrazione)
  • Ear Training (Teoria e Analisi Musicale)
  • Music Business (Diritto della Musica)
  • Marketing & Self Promotion (Principi di Marketing)
  • Musicologia (Storia della Musica; Metodi di Ricerca)
  • Corsi Certificati AVID Pro Tools (Pro Tools 101 & Pro Tools 110)

Laboratori

  • Laboratori OS (Conoscenza del Sistema Operativo Mac OS)
  • Laboratori Pro Tools (funzionalità del software Pro Tools)
  • Laboratori Processing & Mixing Digitale (Routing – Processori di Segnale – Editing – Mixing)
  • Laboratori Processing & Mixing Analogico (Routing – Processori di Segnale – Mixing Analogico)
  • Laboratori MIDI/Sintesi (Sequencing – Sintetizzatori – Campionatori)
  • Laboratori Live Sound (Allestimento Palco – Procedure di Line Check – Procedure di Sound Check)
  • Laboratori Acustica (Registrazione e Utilizzo di Impulse Response)

Esercitazioni

  • Music Production Fundamentals (Produzione di un brano in un genere identificabile: sound design, mix, finalizzazione)
  • Live Sound (Allestimento Palco – Line Check & Sound Check)
Secondo Anno

Al termine del corso gli studenti avranno conseguito il Diploma Universitario BTEC in Music Production e sviluppato le competenze necessarie per iniziare a operare come professionista del settore.

Lezioni (classi da massimo 13 studenti)

  • Tecniche avanzate di registrazione (Studio B – Pianificazione e Procedure di Registrazione)
  • Tecniche avanzate di mix (Processori di Segnale – Tecniche di Mix – Ascolto Critico)
  • Mastering (Impostazione della Sessione; Processing Creativo e Correttivo – Final Export)
  • Music Systems Programming (Linguaggi di programmazione – Creazione Software Generazione / Processing Audio)
  • Music Composition (Apple Logic Pro – Ableton Live – Ear Training e Analisi Musicale 2 – Keyboard Skills)
  • Advanced Synthesis & Sound Design (Tecniche di sintesi analogica e digitale – Campionamento e Sound Design)
  • Marketing & Self Promotion (Collocazione Professionale & Auto Promozione)
  • Event Management (Organizzazione e gestione di eventi di pubblico spettacolo)

Laboratori

  • Laboratori Editing Avanzato (Sound Replacement – Vocal tuning – Drum Editing)
  • Laboratori Mixing avanzato (Buss & Parallel Processing – Automazioni – Esportazione Stem)
  • Laboratori Mastering (Impostazione Sessione – Codifica / Decodifica Mid-Side – Processing)
  • Laboratori Music Systems Programming (Max MSP)
  • Laboratori DAW – Studio P (Apple Logic Pro – Ableton Live)
  • Laboratorio Music Composition (Tecniche di composizione e arrangiamento su DAW)
  • Laboratori Studio B (Routing dello Studio – Superficie di Controllo AVID C|24)

Esercitazioni

  • Mixing Skills (Applicazione di tecniche avanzate nella realizzazione di un Mix)
  • Mastering Skills (Applicazione di tecniche avanzate nella realizzazione di un Master)
  • Studio Recording (Applicazione di tecniche avanzate nella realizzazione di una Registrazione Audio)
  • Studio Production (Realizzazione di una produzione musicale completa)
  • Digital Music Composition (Realizzazione di due brani originali)
  • Event Management (Organizzazione e gestione di uno spettacolo dal vivo)

Partendo dalle basi della teoria del suono, il primo anno sviluppa negli studenti le capacità necessarie per iniziare ad affrontare in un contesto professionale le mansioni di competenza di un tecnico del suono. Agli studenti viene chiesto di:

  • Realizzare la pre-produzione di un brano, viene lasciata ampia libertà per quanto concerne la scelta del progetto musicale (Sala DAW)
  • Svolgere operazioni di allestimento, sound check e mix in un contesto live (Sala Live Sound)
  • Preparare una consulenza tecnica per allestimenti in ambito di studio e live (trattamenti acustici e selezione di attrezzature)
  • Preparare tutorial tecnici sulle proprietà fondamentali del suono e i fenomeni percettivi legati al funzionamento dell’apparato uditivo
  • Svolgere una ricerca in ambito musicologico
  • Elaborare un business plan della propria carriera per proporsi al mercato utilizzando strategie di marketing
“Music Production Fundamentals”

Modulo di lavoro principale del primo anno di corso, il lavoro di pre-produzione sviluppa un’ampia gamma di competenze base che permettono agli studenti di iniziare ad affrontare in un contesto professionale le mansioni di produzione, registrazione e mix di competenza di un tecnico del suono. Agli studenti viene richiesto di sviluppare una pianificazione del lavoro in relazione a un genere musicale identificato e di attuarla nella pre-produzione di un brano.

“Live Sound 1”

Principale area di occupazione per i neo-diplomati dell’Accademia, l’ambito del Live Sound è anche uno dei punti di forza della struttura: gli studenti, infatti, hanno a disposizione una sala dedicata al live sound e le attività di laboratorio e di valutazione si svolgono con la presenza sul palco di musicisti professionisti. Gli studenti sono inoltre coinvolti negli eventi seguiti dal service audio/luci dell’Accademia.

”Consulenza Tecnica“

Data l’ampia disponibilità di tecnologie attualmente disponibili, fornire una consulenza tecnica caratterizzata da una gestione ottimale delle risorse spesso si rivela essere un vero e proprio banco di prova per i professionisti del settore. Il modulo di studio richiede agli studenti di fornire consulenza tecnica per allestimenti in ambito di studio e live (trattamenti acustici e selezione di attrezzature) facendo riferimento alle richieste del committente, alla disponibilità di budget e giustificando le proprie decisioni.

“Tutorial Tecnici”

La scrittura di tutorial tecnici si può rivelare, oltre che un ambito di lavoro, un importante mezzo di autopromozione per i neo-diplomati. Il modulo di studio prevede che gli studenti preparino alcuni tutorial tecnici sulle proprietà fondamentali del suono e i fenomeni percettivi legati al funzionamento dell’apparato uditivo. Le nozioni teoriche sviluppate nei tutorial saranno di grande sostegno agli studenti nell’affrontare le prove pratiche in studio e live.

“Storia della Musica e delle Tecnologie Audio”

La conoscenza della musica nelle sue più diverse forme è uno strumento prezioso per qualunque Tecnico Audio, vista la continua evoluzione della materia ancor più importante è la capacità di espandere continuamente le proprie conoscenze. Il modulo di studio prevede che gli studenti svolgano attività di ricerca, non solo analizzando temi inerenti la storia della musica ma anche investigando un genere di musica contemporanea in relazione alla sua genealogia.

”L’industria Musicale”

Avendo scelto di intraprendere la carriera di professionista in ambito musicale è necessario che gli studenti elaborino un business plan della propria carriera, identificando il ruolo che intendono ricoprire nell’industria musicale e sviluppando capacità di gestione manageriale di una carriera artistica.

“Marketing & Promotion”

Approfondimento del modulo dedicato all’industria musicale, prevede che gli studenti investighino le possibilità di impiego offerte dall’industria, sviluppino entro una data stabilita le competenze necessarie per ottenere impiego come Tecnico del Suono e si propongano al mercato utilizzando strategie di marketing.

Il secondo anno di corso introduce gli studenti al lavoro in studio, alla composizione per immagini e alla gestione di uno spettacolo di musica dal vivo. Agli studenti viene chiesto di:

  • Registrare, mixare e finalizzare un progetto musicale, viene lasciata ampia libertà per quanto concerne la scelta del progetto musicale (Studio B)
  • Produrre una libreria sonore contrastanti mettendo in pratica varie tecniche di sintesi e sound design (Studio P)
  • Comporre utilizzando strumenti digitali per la sonorizzazione di contenuti visivi, viene lasciata ampia libertà per quanto concerne le scelte musicali (Studio P)
  • Programmare sistemi di performance musicale hardware e software interattivi (Studio P)
  • Organizzare e gestire eventi di pubblico spettacolo (dal vivo o in streaming)
  • Analizzare le opportunità di impiego e proporre al mercato la propria figura professionale

Previa disponibilità lo studente potrà frequentare anche lezioni delle aree di studio facenti parte del percorso di Audio Engineering.

“Studio Recording”

Le attività di registrazione di voci, strumenti musicali e sorgenti sonore in genere, rappresentano un passaggio importantissimo nel processo di produzione musicale. Saper gestire con padronanza e consapevolezza questa fase del lavoro è un requisito essenziale per chiunque ambisca a ricoprire professionalmente un ruolo tecnico o di produzione artistica.

“Produzione Audio”

Prosecuzione e approfondimento del modulo di studio dedicato alla pre-produzione, il progetto di produzione audio lascia ampia libertà agli studenti nella organizzazione e realizzazione tecnica di un progetto musicale che verrà in seguito presentato al termine del secondo anno di studi.

”Mixing Skills”

Non sempre un moderno Sound Engineer ha la possibilità di seguire un progetto in tutte le sue fasi. Spesso infatti gli artisti / clienti portano in studio materiale audio già registrato in modo poco appropriato, chiedendo di mixare i brani risolvendo i problemi che si sono verificati in fase di registrazione. Tra le doti di un buon engineer/producer vi è anche la capacità di selezionare e utilizzare al meglio i tanti strumenti di editing che le moderne tecnologie digitali mettono a disposizione.

”Mastering Skills”

Delicata fase finale di ogni produzione audio, il processo di Mastering non prevede solo l’ottimizzazione dell’audio ma anche la preparazione del materiale per la distribuzione in diversi formati. Agli studenti viene chiesto di eseguire il processo di Mastering di una produzione.

“Sintesi Sonora e Sound Design”

La capacità di realizzare autonomamente patch sonore originali può dimostrarsi una risorsa importante per la collocazione nel mercato di un Music Producer. Il modulo di studio prevede che gli studenti producano una libreria di almeno quindici patch contrastanti mettendo in pratica varie tecniche di sintesi e sound design, utilizzando in modo appropriato i parametri di modulazione finalizzati alla manipolazione del suono.

“Music Composition“

Velocità, efficienza e organizzazione del lavoro sono doti fondamentali per un Producer, e il lavoro proposto ambisce ad esercitare queste doti maturando una conoscenza approfondita delle funzioni avanzate di sequencing, editing e processing audio e MIDI. È richiesta la realizzazione di due brani da impiegare per la sonorizzazione di contenuti visivi (filmati e immagini), eseguendone  composizione, arrangiamento, ricerca sonora, mixaggio e finalizzazione.

”Music Systems Programming“

I recenti sviluppi in ambito di software audio interattivi hanno permesso agli artisti di esplorare nuove possibilità di ricerca sonora, e di attuarle attraverso la creazione di tecnologie personalizzate. In questo modulo gli studenti impareranno a conoscere le tecniche e gli strumenti necessari alla programmazione e realizzazione di sistemi di performance musicale hardware e software interattivi.

”Management Pubblico Spettacolo“

La produzione di uno spettacolo di musica dal vivo richiede competenza in aree diverse che spaziano dal rapporto con le istituzioni, alla gestione fiscale di una varietà di rapporti professionali, fino ad arrivare alla gestione del contenuto artistico dello spettacolo. Data la sua natura collettiva, uno spettacolo efficace si basa sulla competenza di ogni membro del team di produzione. Agli studenti viene chiesto di sviluppare un programma di produzione per uno spettacolo di musica dal vivo.

”Collocazione e Sviluppo Professionale”

La conoscenza dei propri punti di forza professionali e la formazione di una propria identità sono il primo passo verso la costruzione di una strategia a breve, medio e lungo termine. In questo modulo verranno esplorate le molte vie e modalità di impiego, costruendo una maggiore consapevolezza per affrontare al meglio il mercato del lavoro.

Gli attuali contesti lavorativi richiedono agli operatori del campo delle Tecnologie Audio di essere competenti in diverse aree di attività. Obiettivo del corso di Music Production è di sviluppare negli studenti la versatilità necessaria per vivere di musica, trasmettendo competenze tecniche, musicali e di business management che potranno diventare forme di sostentamento per la loro carriera professionale. Data la natura professionale del percorso formativo lezioni, laboratori, esercitazioni e prove d’esame si svolgono in contesti realistici, preparando così gli studenti alle mansioni che dovranno svolgere una volta che intraprendano la loro professione. I programmi didattici si svolgono infatti per progetti divisi in aree di attività (o di studio), ognuna delle quali fa riferimento a un contesto lavorativo che potrà essere fonte di sostentamento per la carriera professionale dello studente una volta che questo si diplomi.

Studenti professionalmente attivi entro otto mesi dal conseguimento del Diploma Universitario BTEC

Al termine del corso gli studenti avranno conseguito il Diploma Universitario BTEC in Music Production, il certificato “Pro Tools User” rilasciato da AVID e sviluppato le competenze necessarie per iniziare a operare come professionista del settore in ambiti quali:

  • Sound Designer (creazione colonne sonore per spot, videogames e contenuti multimediali)
  • Arrangiamento e Composizione su DAW (realizzazione produzioni originali)
  • Recording/Mixing Operator (fonico in studio di registrazione)
  • Mastering Operator (finalizzazione contenuti audio)
  • Live Sound Operator (allestimento e gestione performance di musica dal vivo)
  • Consulente tecnico (allestimento impianti di diffusione sonora, configurazione studi di registrazione e produzione)
  • Autore di articoli di settore (tutorial, recensioni tecniche e musicali)

E’ previsto inoltre lo sviluppo di competenze volte a rendere autonomi gli studenti in ambiti legati alla produzione discografica e al management in qualità di:

  • Event Management (organizzazione e gestione di tour ed eventi di pubblico spettacolo)
  • Music Business (diritto della musica, business plan, artist management)
  • Marketing (conoscenza dei principi base del marketing e della promozione della propria attività / figura professionale)
  • Collocazione Professionale (preparazione CV, ricerca di mercato, sviluppo della propria figura professionale)